Next Conference: To Be Announced

Social Media Week



Web e sicurezza, le password da evitare

Web e sicurezza, le password da evitare

  • NEXT:

sicurezza_online

123456, meglio 12345678, ma anche password e qwerty: fantasia che si spreca per la combinazione che dovrebbe proteggere i propri dati.

Da un lato l’opinione pubblica è sempre più spaventata dalle possibili intrusioni nella nostra privacy e nei nostri dati sensibili e usa questa scusa per non fare passi avanti nell’uso di tecnologie utili al miglioramento della propria vita, – vedi ecommerce, conti online e carte di credito ad esempio – ma nello stesso tempo tra le password più utilizzate (e quindi rubate) dagli utenti online troviamo davvero combinazioni talmente facili da risultare ridicole.

Da uno studio fatto da SplashData su milioni di password rubate e pubblicate, si evince che molti utenti hanno davvero la cattiva abitudine di aiutare il successo di un possibile attacco informatico scegliendo chiavi facili da ricordare ma anche banali e semplici da prevedere.

Dopo le sopraccitate password da podio, troviamo anche abc123, 111111, letmein, iloveyou ma anche le “fantasiose” monkey, superman o baseball.

Insomma è evidente che la sicurezza online dipende molto anche da noi, è quindi buona regola scegliere una password di almeno 8 caratteri in sequenza casuale, senza collegamenti a dati personali, evitando date di nascita e un’unica password per l’accesso a vari account.

Qui sotto alcune interviste fatte al termine di un incontro tenuto durante la Social Media Week, parte quest’anno di e-festival Milano dal titolo “Safety Technology“, il cui tema era proprio la sicurezza online delle informazioni, dell’utente e dei suoi dati.

Intervennero tra gli altri Corrado Giustozzi, esperto di sicurezza informatica, Guido Scorza, avvocato e blogger e Sergey Novikov di Kaspersky Lab.

Corrado Giustozzi

Guido Scorza

Sergey Novikov


Want more?



Related